VI edizione, rivista e aggiornata!


 

 

Food writing

Scrivere di cibo, tra carta e digitale

con Luciana Squadrilli, Senior Editor di Food&Wine Italia e Food Editor di Lonely Planet magazine Italia
Jessica Cani, food writer e creatrice del blog Sardegna Quanto Basta
Antonia Mattiello, caporedattrice di Vegano gourmand e traduttrice enogastronomica
e i redattori di L&P!

22 febbraio alle 18.00
1 marzo alle 18.00
8 marzo alle 18.00

15 marzo alle 18.00
22 marzo alle 18.00

 

In convenzione con ANITI, AIIC
 

Gli argomenti del corso

Comunicare il cibo con parole e immagini, in digitale o sulla carta stampata. Blog, ma anche guide gastronomiche; libri, ma anche riviste specializzate e collaborazioni con aziende. In quanti modi si può essere oggi un food writer? Ne parliamo con 3 professioniste del settore!

Programma:

Jessica Cani
Costruire un proprio food blog e comunicarlo

Lezione 1

- Scrivere di cibo: il food writing e il mestiere del food writer.
- Come costruire il proprio blog.
- Tipologie di food blog, target, nicchie e stili di scrittura.
- Sviluppare una strategia, pianificazione e calendarizzazione.
- Etica: un’ingrediente che non dovrebbe mai mancare.
Esercitazione (corretta in classe nella lezione successiva)

Lezione 2

- Ingredienti, piatti, luoghi e persone: come raccontare il cibo.
- Storytelling enogastronomico: informare ed emozionare con la scrittura.
- Social network: utilizzarli per raccontare il proprio progetto.
- Personalizzazione: lavorare per essere riconoscibili.
- Lasciarsi ispirare: blog, magazine, libri, Instagram e Pinterest.

Luciana Squadrilli
Scrivere di cibo su commissione


Lezione 1

- Differenze tra critica gastronomica, informazione, narrativa, storytelling (e possibili commistioni).
- Differenze di pubblico, canali, contenuti e taglio narrativo.
- Fonti e competenze.
- Lo stile e la credibilità.
- il pitch: proporre un articolo per una collaborazione.
Esercitazione (corretta in classe nella lezione successiva)

Lezione 2

- Scrivere recensioni di ristoranti.
- Scrivere un’inchiesta o un reportage gastronomico.
- Scrivere una travel story gastronomica.
- L’intervista.
- Auto-pubblicarsi: libertà e responsabilità. Il caso di Pizza On The Road.

Antonia Mattiello
Scrivere per una nicchia di lettori

- Scrivere, su diversi format, per un target specifico (ed esigente!) come l'universo vegan.
- Pro e contro, soddisfazioni e difficoltà del crearsi una voce "verticale".

Esercitazione finale (corretta individualmente)

Struttura e durata

Per questo WebLab son previsti cinque incontri da 90 minuti. Le lezioni si svolgono dalle ore 18.00, sono interamente registrate e rivedibili in qualsiasi momento (fino a 30 giorni dopo la fine del corso), in caso di assenza non si perderà alcun contenuto. Tutte le lezioni collettive si tengono su nostra piattaforma web; attraverso un semplice link si accede all’aula virtuale. In conclusione del corso verrà assegnata una prova di scrittura, che sarà seguita da una correzione privata e una lezione via Skype con i redattori di L&P.

In sintesi:

2 lezioni con Jessica Cani

2 lezioni con Luciana Squadrilli

1lezione con Antonia Mattiello

1 esercitazione di scrittura

1 lezione privata via Skype con i redattori di L&P

Docenti
 
A chi si rivolge

Il WebLab è rivolto a chiunque desideri lavorare come food writer e/o food blogger, unendo in un'unica professione la passione per il cibo e la scrittura, e anche a chi si occupa di scrittura professionale in altro modo (traduttori, redattori...), e desideri completare la propria formazione in ambito enogastronomico.

Obiettivi

L'obiettivo è fornire una panoramica generale del mondo del food writing, mettendo in luce le differenze tra la scrittura pensata per un blog e quella invece pensata per canali più "istituzionali", come portali, libri e riviste. Un obiettivo è anche quello di evidenziare le differenze tra la scrittura per il web e quella per la carta stampata. Infine, si cercherà di fornire i primi strumenti e le prime conoscenze tecniche per poter affrontare l'apertura di un proprio blog sul mondo del food (piattaforme, social network ecc.).

Costi e come iscriversi

La quota di iscrizione è di Euro 200,00 Iva inclusa. Iscrivendoti entro l'8 febbraio 2021 la quota è di Euro 175,00 Iva inclusa.
La quota dovrà essere versata tramite bonifico bancario oppure tramite PayPal. Per iscriversi è necessario richiedere l'apposito modulo a L&P, all’indirizzo corsi@langueparole.com, oppure chiamando il numero 02.92888626.
La quota versata comprende l'accesso al database editoriale denominato "area privata", ospitato sul sito www.langueparole.com, sezione "Food writing", e relativi materiali.

Cosa viene rilasciato

Al termine del ciclo di incontri, L&P rilascerà un attestato di partecipazione.

Lingua di lavoro

italiano

Quota

€ 200 Iva inclusa

Sconti

€ 175 Iva inclusa

Entro l'8 febbraio 2021

Contatti

Scrivici per qualsiasi informazione relativa alla formazione.