II edizione
Prossimamente

 

L'editor "indie", un professionista indipendente ma non solitario
Come si diventa e cosa fa un editor freelance

Con Chiara Beretta Mazzotta e i revisori di L&P

In convenzione con ACTA, ANITI, TRADINFO, AITI, FEDERLINGUE

11, 18, 24 aprile alle 18
3 maggio alle 18

Gli argomenti del corso

Che cosa fa un editor che non lavora all’interno di una casa editrice? Quali sono i suoi clienti e i suoi collaboratori? Com'è organizzata la sua routine? Quali sono le sue mansioni? A quali domande deve rispondere? E come si lavora un testo che deve ancora trovare un editore?

01.  Lavorare fuori “casa”. La filiera, i ruoli, le collaborazioni.
− La lunga filiera editoriale: com'è cambiata la “catena di montaggio” che produce un testo (ruoli, interazioni).
− L’editor indie versus editor dipendente: lavori simili o molto diversi? Cosa cambia fuori o dentro la casa editrice?
− Conoscere gli editori: essere all’esterno delle case editrici non significa non conoscerle alla perfezione (dialogare con gli agenti e con i librai).
− Dentro la casa editrice: la redazione (redattori, caporedattore, direttore editoriale, editor; narrativa, saggistica, varia, classici…).
− Fuori dalla casa editrice: agenti letterari, scout, lettori, correttori bozze, traduttori…
− Una domanda fondamentale: sono tagliato per lavorare in proprio?

02.  Editor freelance, l’agenzia editoriale e l’agenzia letteraria: lavorare da soli, in team o creare un network.
− L’editor freelance: quando l’editor fa l’editor e basta. Cosa significa lavorare da soli? Con chi si collabora (case editrici, agenzie letterarie, agenzie editoriali)?
− Agenzia editoriale: le professionalità che lavorano al suo interno.
− Agenzia letteraria: l’agente che rappresenta (contratti, trattative, diritti), l’agente che fornisce anche servizi editoriali (la “tassa” di lettura).
− Differenza tra agenzia editoriale e letteraria: due realtà in competizione o complementari? Come possono collaborare?

03.  L’autore
− Ho scritto un manoscritto: l’autore improvvisato (dal timido al bullo, i due estremi di un problema); l’esordiente; lo scrittore; il selfpublisher.
− Il contatto: interagire con l’autore; la ricezione del testo (cosa chiedere all’autore?).
− Lavorare il testo: lettura dei dattiloscritti, valutazione (criteri di selezione e schede di lettura), consulenza editoriale (domande e risposte), editing (il lavoro sul testo vero e proprio).
− Farsi pagare: dare valore al proprio lavoro.
− Etica: come si aiuta un autore? Quali sono le cose da non fare? (L’editoria non è una scienza esatta).

04.  Submission: proporre un (buon) testo
− Fine lavori: quando è pronto un testo? Potenzialità editoriali e identità della proposta.
− Presentare il testo all’agente letterario (materiali, formulazione della proposta).
− Presentare il testo all’editore (materiali, formulazione della proposta). Ma non è compito dell’agente? (Il ruolo dello scout e il rispetto dei collaboratori).

 

Struttura e durata

Per questo laboratorio sono previsti quattro incontri di gruppo da 90 minuti. Le lezioni si svolgono dalle ore 18.00 alle 19.30, sono interamente registrate e rivedibili in qualsiasi momento (fino a 30 giorni dopo la fine del corso), in caso di assenza non si perderà alcun contenuto. Tutte le lezioni collettive si tengono su nostra piattaforma web; attraverso un semplice link si accede all’aula virtuale. Inoltre, sono previste due lezioni individuali via Skype, a correzione delle 2 esercitazioni previste, con i revisori di Langue&Parole. La durata degli incontri individuali è di circa 60 minuti e giorno e orario possono essere concordati con il tutor di riferimento.
Nell'area privata del sito dedicata al corso sarà possibile inoltre continuare le conversazioni tra partecipanti e docente, dopo ogni singolo incontro.

In sintesi:

4 lezioni di gruppo

2 esercitazioni da svolgere privatamente (una scheda editoriale per gli autori e un editing)

2 correzioni private degli esercizi svolti

2 lezioni individuali via Skype

Docenti
 
A chi si rivolge

Il corso si rivolge ad aspitanti editor e altri operatori editoriali che vogliano comprendre più da vicino la professione, svolta da freelance e quindi fuori dal tradizionale ruolo in casa editrice.

Obiettivi

L'obiettivo è far comprendere in che modo si possa svolgere la professione di editor al di fuori di una casa editrice, illustrando chi sono clienti e collaboratori, e chiarendo tutte le classiche dinamiche del mercato editoriale italiano. A completamento del corso gli studenti produrranno una scheda editoriale per l'autore e sosterranno una breve prova di editing; entrambe verranno corrette privatamete dai revisori di L&P.

Costi e come iscriversi

La quota di iscrizione è di Euro 195,00 + Iva fino al 9 marzo 2018 e di Euro 225,00 + Iva  dal 10 marzo in poi, e dovrà essere versata tramite bonifico bancario o Paypal. Acquistando il corso insieme al WebLab "La correzione di bozze" si avrà un ulteriore sconto del 10% sul valore totale dei due corsi.
Per iscriversi, è necessario richiedere il modulo a L&P, all’indirizzo info@langueparole.com, oppure chiamando il numero 02.92888626.

Cosa viene rilasciato

Al termine del corso, L&P rilascerà un attestato di partecipazione a chi avrà completato almeno 1 delle due esercitazioni corrette privatamente previste.

Lingua di lavoro

italiano

Contatti

Scrivici per qualsiasi informazione relativa al laboratorio.