Iscrizioni aperte dal 1 settembre 2017

II edizione

Terminologia: tutto quello che devi (veramente) sapere

con Maria Pia Montoro

27 novembre 2017 alle 18.00
1 e 4 dicembre 2017 alle 18.00

In convenzione con ANITI, AITI

Gli argomenti del corso

Quando i traduttori pensano alla terminologia, immaginano glossari o elenchi di parole, per le quali necessiteranno ore di ricerca, consultazioni di svariate risorse sia cartacee sia sul web, arrivando ad aprire anche fino a 23 schede di navigazione! E molto spesso, forse a causa della natura della loro attività professionale, mostrano uno scarso interesse per la terminologia, se non proprio una notevole avversione. Spesso la considerano come uno spreco di tempo, o addirittura un impedimento alla corretta e veloce esecuzione della traduzione vera e propria.
Ai traduttori servirebbe, dunque, avere un terminologo a disposizione a cui inviare le richieste, così che loro possano occuparsi solo ed esclusivamente della traduzione in senso stretto.
Così funziona, ad esempio, nelle grandi Istituzioni (come quelle europee). Le richieste vengono inviate ai terminologi, che di rimando forniscono ai traduttori i termini equivalenti da integrare nei loro testi.

Anche nel settore privato, in linea teorica, andrebbe utilizzata la stessa metodologia. La terminologia, infatti, dovrebbe essere curata e gestita direttamente dal cliente, che dovrebbe fornire le risorse necessarie al traduttore per lo svolgimento del proprio lavoro. Questo proprio per garantire il miglior prodotto finale, perfettamente confacente alle peculiarità, alle caratteristiche e alle necessità del cliente (si consideri, ad esempio, che i titoli aziendali e i nomi dei reparti possono variare da una società all'altra).
Ma è raro che il cliente arrivi a compilare e fornire un glossario bilingue, soprattutto per i progetti più piccoli. E, così, inevitabilmente, il lavoro ricade sul traduttore, che dovrà fare tutto il possibile per fornire la traduzione nel termine stabilito, utilizzando, naturalmente, i termini corretti.

E allora, quali sono le astuzie del terminologo che il traduttore può portare a casa per migliorare il proprio lavoro? In che modo il traduttore può veramente trarre beneficio dalla terminologia? Solo due delle domande a cui risponderemo nel corso di questo WebLab.

 

Programma:

Primo incontro

- Perché il traduttore dovrebbe amare la terminologia? (Introduzione alla terminologia).
- Cosa si intende con "I termini non si traducono"?
- Teoria "leggera".

Secondo incontro
- Come non si fa terminologia e perché tutti la odiano.
- L’uso improprio di Excel e altre pratiche infelici.
- Like a Pro: come si fa terminologia nei "palazzi di vetro"?
- Le tecniche giuste e le idee da rubare.
- Curiosità sulla terminologia Ue.

Terzo incontro
- Che altro ci faccio con la terminologia? Se fatta correttamente, puoi riutilizzare le tue risorse terminologiche per altri progetti di traduzione. Puoi anche rivenderle o condividerle. Vediamo come.
- E se volessi fare il terminologo? Il profilo del terminologo, possibilità di lavoro nell’ambito della terminologia.
- Come sfruttare i vari ambiti di applicazione della terminologia: UX , SEO, Q/A testing, branding, AI, IoT.

Struttura e durata

Per questo WebLab sono previsti tre incontri da 90 minuti. Le lezioni si svolgono dalle ore 18.00 alle 19.30, sono interamente registrate e rivedibili in qualsiasi momento, in caso di assenza non si perderà alcun contenuto. Tutte le lezioni collettive si tengono su nostra piattaforma web; attraverso un semplice link si accede all’aula virtuale.

In sintesi:

3 lezioni di gruppo

Docenti
 
A chi si rivolge

Il WebLab si rivolge sia a neolaureati sia a traduttori già in attività che vogliano migliorare le proprie capacità di ricerca terminologica, imparando trucchi e astuzie da un terminologo professionista. Il WebLab è rivolto anche a chi è curioso di scoprire il mestiere del terminologo come professione a se stante.

Obiettivi

L'obiettivo è quello di sfruttare le abilità del terminologo professionista nella propria pratica di traduzione, arrivando a risultati più corretti e sicuri, e velocizzando al contempo il lavoro di ricerca. Altro obiettivo è quello di esplorare il mestiere del terminologo come professione a se stante.

 

 

Costi e come iscriversi

La quota di iscrizione è di Euro 90,00 fino al 20 ottobre 2017 e di Euro 120,00 fino a termine delle iscrizioni.
La quota di partecipazione dovrà essere versata tramite bonifico bancario o paypal.
Per iscriversi, è necessario richiedere il modulo a L&P, all’indirizzo info@langueparole.com, oppure chiamando il numero 02.92888626.

Cosa viene rilasciato

Al termine del ciclo di incontri, L&P rilascerà un attestato di partecipazione.

Lingua di lavoro

italiano

Iscrizione
€ 120

(iva inclusa)

Richiedici il modulo

Sconti

fino al 20 ottobre 2017

€ 90
(iva inclusa)

Contatti

Scrivici per qualsiasi informazione relativa al WebLab.